Sabato, 06 Aprile 2019 12:07

Acer Switch 10 ...come farlo funzionare

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Questo tutorial serve per rendere utilizzabile questo dispositivo che a causa di limiti hardware costruttivi che lo rendono nella configurazione di default un dispositvo utile solo per raccogliere la polvere.

Caratteristiche:

 

Nome Acer Aspire Switch 10 SW5-012
Processore Intel Atom Z3735F 1.33 GHz Quad-core (4 Core)
Schermo 10.1“ in - WXGA 1280 x 800 Active Matrix TFT Colour LCD Backlight LED
RAM GB
HDD 32 GB Flash Memory EMMC (attenzione, non è un SSD)
Lettore ottico No
Scheda Video Intel HD Graphics
Network IEEE 802.11a/b/g/n , modulo SIM , Bluetooth
Sistema operativo preinstallato Windows 8.1 64 bit
Boot Uefi a 32 bit 


I limiti e le difficoltà di utilizzo appaiono subito ben evidenti :

L'unica soluzione per rendere il dispositivo utilizzabile è tentare di installarci su Linux.

I problemi sono molteplici : 

  • Il bootloader EFI a 32 bit è bloccato su Windows
  • Il comparto audio non ne vuole saper di funzionare
  • Solo l'ultimissimo kernel 5.0 offre un supporto adeguato all'hardware
  • Fare il boot da Usb non è una passeggiata 

Dopo una lunga serie di tentativi la soluzione è stata trovata ed ho pensato di fare questo breve tutorial con a corredo uno script bash che velocizza tutte le operazioni.

Si parte !

Necessario :

  1. Un dispositivo Acer Aspire Switch 10 SW5-012
  2. Una chiavetta Usb da almeno 4 Gb che possiate formattare 
  3. Un computer con Linux , Mac o Windows
  4. Una connessione a Internet
  5. Un po' di pazienza e mezz'ora di tempo da dedicare

Preparazione Chiavetta:

Usiamo come base Fedora 30, l'unica distro attualmente dotata nativamente di kernel 5.

Potete scaricarlo qui:

https://getfedora.org/

Appena scaricata, procedete col creare la chiavetta autoavviante tramite RUFUS da windows, oppure  ETCHER (Mac o Linux).

Preparazione Acer Switch 10

  1. Entrate nel bios del dispositivo premendo f2 oppure Power+Volume Up durante la fase di boot
  2. Nella sezione "Security" impostate una password nella sezione "Supervisor Password" ... e occhio a non dimenticarla altrimenti poi sono guai :-)
  3. Ora nella sezione Boot potete disattivare la voce Secure Boot, mettendo l'opzione su "disabled".
  4. Sempre nella sezione "Boot" , impostate in "Boot priority order" con la voce "USB CDROM" messa come prima opzione
  5. Premere F10 , salvate e uscite dal bios
  6. Inserite la chiavetta e Accendete il computer
  7. Appare il boot dalla chiavetta, selezionate la seconda voce se volete controllare la chiavetta o la prima se lo avete già fatto
  8. dopo qualche lista di scritte incomprensibili appare il menu di installazione...
  9. Procedete con l'installazione su disco selezionando l'opzione "recupera spazio" dal menu "Installation destination" che permetterà a Fedora di cancellare il windows preesistente
  10. Eliminate tutte le partizioni preesistenti con la voce "Elimina tutto" nella sezione che mostra le partizioni del disco.
  11. Seguite il wizard di installazione, configurando la lingua, la tastiera, il fuso orario e poi premete "Inizia installazione"
  12. Andate a prendervi un caffè che qui per un buon quarto d'ora c'è da aspettare :-)
  13. A fine installazione , spegnete il dispositivo e togliete la chiavetta
  14. Ora bisogna permettere al sistema di fare il boot dal Fedora appena installato. Entrate nel bios, (Power+VolumeUp) , vi verrà chiesta la password che avete messo, andate su BOOT e abilitate il secure boot, dopodichè su SECURITY cliccate su "Select an UEFI file as trustfolder executing" e selezionate :
    HDD1/EFI/fedora/grubia32.efi
    Nello spazio bianco sotto la scritta "Do you whish to add this file to allowable database?" scrivete "Linux" 
    Premete F10 e salvate
  15. Riavviate e questa volta partirà Fedora, configurate il wifi quando richiesto e create un utente che si chiama "utente" con password "password", oppure mettete le credenziali che meglio credete.
  16. Ora mettiamo un po' di software utile e cambiamo l'aspetto grafico in modo da rendere il dispositivo più facile da usare.
    Cliccando o facendo scorrere il dito a metà schermo sulla sinistra appare il menu delle applicazioni, aprite Utilità-Terminale, appare un prompt dei comandi.
  17. Digitate :
    sudo su (vi chiede la password)
    wget -O lancia.sh https://bit.ly/2CVJb3p
    chmod 777 lancia.sh
    dos2unix lancia.sh
    ./lancia.sh
  18. Andate a prendere un altro caffè :-)
    In questa fase viene eseguito uno script che ho creato che automatizza tutte le rifiniture necessarie a aggiorna tutto il software all' ultima versione, quindi il tempo necessario dipende da quanti aggiornamenti ci sono da fare, inoltre viene installato il desktop enviroment "DDE" che rende l'ultilizzo del dispositivo semplificato.
    Al temine vengono disattivati gli aggiornamenti automatici per non intasare il dispositivo di update, vista la scarsa capienza del disco.
    E' comunque possibile lanciare il comando "lancia.sh" in qualsiasi momento per dare una aggiornata al sistema in modo automatico
  19. Finito l'aggiormamento bisogna rientrare nel bios, togliere le voci del precedente boot (Erase all secure boot settings) e (Restore Secure Boot to Factory default) , salvare , riavviare e ricaricare il bootloader aggiornato come spiegato al punto 13
  20. Avviare e selezionare il desktop enviroment Deepin come da immagine
  21. Selezionare il layout di tastiera in italiano, e se si vuole l'autologin in modo che non venga richiesta la password per accenderlo.
  22. FINITO !

 

Problemi conosciuti

 

  1. L'audio funziona solo nelle cuffie e non sugli altoparlanti di sistema , ci stiamo lavorando... a soluzione trovata basterà riscaricare il comando "Lancia.sh" che sistemerà tutto
  2. ... segnalate eventuali altri problemi da risolvere a ivan.bertotto @ itisavogadro punto it 

 

 

Letto 213 volte Ultima modifica il Lunedì, 06 Maggio 2019 14:48